Più Virtus che Viola, da Salerno la Mood Project esce sconfitta per 91-73

Sconfitta esterna per la Mood Project Reggio Calabria. I neroarancio escono sconfitti dal “PalaSilvestri” di Salerno per 91-73 al termine di una gara dove la migliore percentuale al tiro dei padroni di casa ha fatto la differenza contro una Viola meno precisa e concentrata del solito. Il migliore in casa Mood è Alessandro Paesano, autore di 20 punti.

IL MATCH

Coach Mecacci conferma il quintetto delle ultime gare: Alessandri, Nobile, Agbogan, Paesano e Fall.  Salerno, allenata da coach Menduto, schiera invece Maggio in regia con Diomede, Duranti, Leggio e Visnjic.

Una tripla di Agbogan apre il match. Sin dalle battute iniziali Salerno mostra tutto il suo talento offensivo. Leggio e  Visnjic  fanno la “voce grossa sotto” canestro, la Mood è imprecisa in attacco e le troppe palle perse producono il primo parziale a firma campana (22-11). Una tripla di Paesano rompe il digiuno reggino ma Tortù e Maggio, sul finale del primo periodo, allungano il divario. 29-14 al primo intervallo.

Carnovali prova a scuotere la Viola, Sanna risponde dall’arco, immediata la replica ancora di Carnovali (34-24). Un antisportivo di Vitale da a Salerno nuova linfa offensiva, la Mood si affida ancora a Carnovali che trova un canestro pazzesco da nove metri ma l’inerzia ritorna presto tra le mani della Virtus che con i canestri di Tortù ritrovano un vantaggio considerevole fino all’intervallo lungo ( 48-34).

Al rientro in campo Fall e il solito Carnovali firmano un 5-0 che porta la Viola sotto la doppia cifra di svantaggio (48-39). Diomede ristabilisce poco il divario (53-41). La zona disegnata da Mecacci  costringe Salerno a qualche forzatura di troppo, Fall e Vitale trovano canestri importanti che tengono in vita la Mood. Gli attacchi hanno quasi sempre la meglio sulle difese, la girandola di realizzazioni conclude il terzo periodo sul 67-56.

La Viola cerca soluzioni veloci per rientrare, Salerno invece abbassa i ritmi e gestisce il vantaggio. Paesano è il migliore di una Mood che però può poco contro la continuità offensiva dei padroni di casa. L’ultimo a mollare in casa neroarancio è Donato Vitale che a suon di canestri  e assist prova a rispondere ai soliti Diomede e Tortù. Salerno nel finale chiude il match, termina 91-73

Virtus Arechi Salerno – Mood Project Reggio Calabria: 91-73 (29-14,19-20,19-22, 21-17)

Virtus Arechi Salerno:  Maggio 15, Diomede 21, Visnjic 10, Leggio 13, M. Corvo, Tortù 18, Duranti 2, Antonaci, Czumbel, G. Corvo, Villa 3, Sanna 9. Coach: Menduto

Mood Project Reggio Calabria: Alessandri 5, Fall 9, Fallucca 5, Agbogan 7, Carnovali 12, Paesano 20, Nobile 3, Vitale 12, Muià, Grgrurovic. Coach: Mecacci Ass.ti : Trimboli, Motta


#tuttialpalazzo