Mecacci: “Tiriamo fuori l’orgoglio”

Consueto pre-partita con il coach Matteo Mecacci che ha illustrato meglio quelle che sono le caratteristiche del prossimo avversario, la forte Virtus Arechi Salerno.

“Giochiamo contro una squadra sicuramente forte, tra le migliori del campionato, una squadra che non ha nulla da invidiare per rotazioni e qualità a Caserta o Palestrina. Salerno è una squadra che fa dell’aver mantenuto alcuni giocatori dello scorso anno come Sanna, Paci  e Maggio un punto di forza, questo fa si che abbiano già una chimica importante e che possano lavorare con un gruppo rodato. Hanno tanta qualità offensiva, sono il miglior attacco del campionato, possono aprire il campo con i tiri da fuori dei vari Diomede, Maggio e Tortù e possono alternare quintetti con tipologie diverse. Contro di loro dovremo fare una partita attenta e solida, intensa dal punto di vista fisica ed evitare break agli avversari. Loro sono una squadra anche un pò più esperta di noi, la nostra età media è più bassa ma stiamo crescendo. Spero sia una gara divertente da giocare ma soprattutto da vedere per il nostro pubblico”.

C’è da riscattare la sconfitta contro Costa d’Orlando, servirà una partita totalmente diversa.

“Non parliamo di paragoni tra i due roster, ogni gara ha una storia propria ma è chiarto che dovremo migliorare tutto quello che abbiamo sbagliato a Capo d’Orlando. Nulla togliere alla Costa, ma se contro di loro pur sbagliando tanto abbiamo perso solo all’ultimo tiro, con Salerno non potremo permetterci una prova simile”.

Come si può limitare il migliore attacco del campionato?

“Tirando fuori l’orgoglio. Loro hanno giocatori che sanno fare male in maniera diversa, se non partiamo dall’idea che dovremo vincere i duelli individuali si farà dura. Dopo ci sarà una parte tattica della partita in cui cercheremo di non far entrare in ritmo i loro giocatori più significativi. Siamo ancora la migliore difesa del torneo ma è anche vero che da tre gare a questa parte non stiamo difendendo più come prima. Bisogna che si torni in fretta a farlo”.

In chiusura un messaggio per il pubblico neroarancio.

“Mi auguro che ci sia un pubblico numeroso, che nonostante il passo falso di Costa venga riconosciuto il lavoro ad una squadra che senza penalizzazione sarebbe terza, che si impegna e lavora sodo nonostante tutte le difficoltà. Bisogna continuare a stare uniti, proprio alla luce degli sviluppi societari si sta cercando di trovare una soluzione che dia continuità alla pallacanestro della città”. 


#tuttialpalazzo